Biografia

 
LE TAPPE DELLA SUA VITA

 

5/11/1942 

Pierangelo Bertoli nasce a Sassuolo (MO)
Sposato con la moglie Bruna, ha avuto tre figli, Emiliano, Petra (alla cui  nascita Bertoli aveva dedicato un album col suo  nome ) e Alberto, anche lui cantante.
Molto legato alla sua terra,era spesso impegnato in iniziative di  solidarietà e beneficenza.

 
1973/5
 
Produce dei 33 giri  e 45 giri con etichette locali tra cui ROCABLUES e ROSSO COLORE DELL’AMORE
 
1976
 
Esce il primo disco targato CGD dal titolo “Eppure soffia”,il primo album della discografia ufficiale.  L’album lo fa conoscere al grande pubblico, e con la canzone che da il titolo ,affronta il problema dell’inquinamento.
Contiene dodici canzoni, tra le quali due in dialetto sassolese.
 
1977
 
Incide l’album dal titolo  “IL CENTRO DEL FIUME”. Sarà proprio quest’ultima canzone durante un concerto di Bertoli a far innamorare Pierangelo e Bruna la sua futura moglie.
 
1978
 
Esce l’album interamente in dialetto sassolese dal titolo “S’AT VEN IN MEINT”
 
1979
 
Esce “A MUSO DURO” che contiene otto canzoni. “A MUSO DURO” ,che sarà il riassunto della sua vita,è un
successo, vende 60.000 copie, raddoppiando le vendite dell’anno prima. Aumentano le richieste: tiene 142 concerti.
 
1981
 
Pubblica il disco Certi Momenti primo vero sucesso di pubblico in cui oltre alla famosa “Pescatore”, con la voce di Fiorella Mannoia, trova posto il pezzo che da il nome al disco “Certi momenti”, canzone a sostegno delle libertà personali.
Pescatore, fu un successo enorme, il disco vendette praticamente 200.000 copie .
Questo è l’album che lo porta in classifica grazie anche al successo  di quella canzone.
 
1982
 
Esce Album : riconferma con otto canzoni il talento di Angelo, che oramai è costantemente in classifica. Viene realizzato il videoclip della canzone “Caccia alla Volpe”
 
1983
 
 E’ il momento del disco “FRAMMENTI” che contiene dieci canzoni. (tra cui la piu famosa è Cosi che descrive benissimo il carattere di Bertoli)
 
1984
 
Esce l’album  “DALLA FINESTRA”
 
1985
 
Esce l’album  “PETRA” titolo dedicato alla figlia : contiene nove canzoni .
 
1986
 
Per festeggiare i dieci anni di carriera, Pierangelo Bertoli produce un doppio album antologico, ” Bertoli Studio & Live”.
 
1987
 
Con l’album “Canzone d’autore” rende omaggio ad alcuni colleghi (tra cui Conte e De Andrè) interpretandone dei brani.
 
1988
 
Nel disco “Tra me e me”, Bertoli canterà anche una canzone dell’allora sconosciuto Luciano Ligabue, “Sogni di rock’n’roll”.
 
1989
 
Esce l’album “Sedia elettrica”.
Vince un telegatto per lo spot televisivo della “Lega per l’emancipazione dell’handicappato”.
Nello stesso anno partecipa alla registrazione di un 45 giri ” Per te Armenia” ideato da Charles Aznavour, i cui
introiti verranno poi devoluti a favore della popolazione armena.
 
1990
 
Esce “Oracoli”, in cui è presente anche Fabio Concato, con cui Bertoli interpreta il singolo “Chiama piano”.Vende, con la prima pubblicazione, 100.000 copie. (disco d’oro)
 
1991
 
Bertoli decide di presentarsi a San Remo, manifestazione lontanissima dalla concezione musicale dell’artista, ma palcoscenico dove presentare un saggio di musica d’autore italiana: “Spunta la luna dal monte”, cantata col gruppo sardo dei Tazenda, raccoglie consensi di critica, pubblico e vendite. .(ottiene il 5° posto)
Uscirà anche l’album omonimo, una raccolta impreziosita dal brano portato all’Ariston.(250.000 copie fruttando a Bertoli il disco di platino).
 
1992
 
Bertoli è di nuovo al festival nazionale con “Italia d’oro”, un’accusa pesante alle truffe politiche e sociali italiane che anticipa la tangentopoli che sarebbe scoppiata poco tempo dopo.(ottiene il 4° posto)
“Italia d’oro” esce subito dopo Sanremo con nove canzoni tra cui nuovamente “Spunta la lune dal monte”. Viene girata anche una VHS dal titolo “Italia d’oro”,
 
1993
 
Sempre dalla Ricordi esce con tredici canzoni il disco “GLI ANNI MIEI” : sarà
l’ultimo vero album con la storica casa discografica.    Al suo interno presenze importanti come quella di Demo Morselli, Lele Melotti, Lucio Fabbri.Il brano di punta è “Bersagli mobili” di cui viene girato un video clip.
 
1995
 
Esce l’album “UNA VOCE TRA DUE FUOCHI” che è una raccolta di successi precedenti in cui compaiono due testi inediti. L’album raccoglie diciassette pezzi, molti dei quali riarrangiati per l’occasione. “Pescatore” viene così eseguita senza la voce femminile di Fiorella Mannoia e di conseguenza cambiano anche alcune parole, “Dille dille tu signore…”, “la sua pelle bianca…”, “una rosa lui le ha dato…”, “una rosa rossa lì tra le sue dita…”. Arrangiate nuovamente sono anche “Il centro del fiume” e “Non finirà”.
Rimangono invece invariate “Spunta la luna…” e “Chiama piano” le quali si appoggiano alle voci dei Tazenda nella prima e di Fabio Concato nella seconda.
Arriva la rottura con la Ricordi
 
1997
 
Ancora dalla CGD  viene fatta una raccolta “Frammenti di…” con 17 canzoni tra le più note, divenuta “Tracce
di…” nel 2001
 
1998
 
Angelo è quindi senza contratto, quando gli si presenta l’occasione di una nuova incisione con Romolo Ferri.ANGOLI DI VITA” : viene girato un video del brano “Il potere”.
Nello stesso anno esce anche “Juvecentus”, l’inno della Juventus.   Nel frattempo, fa anche da produttore con l’album “BLEZ”, ovvero Bonaffini Luca ed Ermanno Zanfi.Insieme ad altri artisti sassolesi  (NEK, CASELLI..) dà alla luce un progetto comune che è “I GIARAUN D’LA LUNA”, ovvero i sassi della Luna.I proventi sono destinati all’ospedale di Sassuolo.  Bertoli ha poi anche partecipato ad una compilation che voleva essere un omaggio al club Tenco, con varie canzoni tradotte in
italiano di un cantautore cubano, Pablo Milanes, molto famoso in sud America. ( Una verde mattina è il brano interpretato da Bertoli)
 
2002
 
A fine agosto, esce il suo ultimo album “301 guerre fa”, con quattordici canzoni delle quali quattro inedite. Incide con il gruppo sardo degli Istentales 3 singoli che usciranno post-morte. Pippo Baudo aveva bocciato la canzone: «Viene per noi». Testo forte, firmato Bertoli-Sanna, contro la guerra in Afghanistan, contro qualsiasi guerra nel mondo per Sanremo 2002 (incredibile vista la sua bellezza!)
Scrive con Andrea Rompianesi 10 brani che però non fa in tempo a cantare.
Tra le sue ultime apparizioni quella in primavera per il programma di Rete 4 “La domenica del villaggio”.Muore nella notte fra il 6 e il 7  ottobre al Policlinico di Modena a soli 59 anni.A novembre viene ricordato con la trasmissione “Buon Compleanno Pierangelo ” su Video Italia.
 
2003
 
A Giugno c’è spazio per un dibattito su Sorrisi e Canzoni : perchè vi siete dimenticati di Pierangelo?In agosto viene mandato in onda su rai due il video “Madre Terra” fatto dalla sua ultima casa discografica.Il brano è scritto ed interpretato da Bertoli insieme a una giovane cantante Erica Tozzi.Purtroppo mentre altre idee sembravano poter  nascere dalla FantasticFly di Andrea Rompianesi quest’ultimo muore a novembre.
 
2004
 
Nasce il sito www.bertolifansclub.org che viene riconosciuto a Gennaio 2005 come sito ufficiale dalla famiglia
 
2005
 
Esce il cd tributo …A PIERANGELO BERTOLI dove la canzoni di Pierangelo sono ricantate da altri artisti come Nomadi,Nek Stadio e Fiorello . Tra le canzoni anche un brano scritt da Ligabue ed interpretato dal figlio di Pierangelo , Alberto.
 
2006
 
Esce il cofanetto PAROLE DI RABBIA,PENSIERI D’AMORE: 3 cd con un’inedito dal titolo Adesso, ritrovato casualmente tra le cose di Pierangelo
 
2007
 
Escono varie raccolte ed antologie sulla musica di Bertoli. In occasione del Live Earth Ligabue incide una versione di Eppure Soffia
 
2008
 
27 settembre : primo raduno ufficiale dei fans di Pierangelo Bertoli a Sassuolo (Mo)
 
2009
 
Luca Carboni ricorda Bertoli incidendo nel suo cd Musiche Ribelli la canzone Eppure Soffia
 
2010
 
Alberto Bertoli incide il suo primo lavoro discografico e realizza la cover di A muso duro e reincide la canzone le cose cambiano scritta da Ligabue per Pierangelo
 
A luglio la canzone A muso duro viene premiata con il premio Lunezia per il testo : a ritirare il premio ed a reinterpretarla sul palco Alberto Bertoli